Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.

04 Mar

Il pesce fresco di marzo, come cucinarlo.

Pubblicato da berenice.over-blog.it  - Tags:  #Gastronomia

pesci-marzo.jpg

 

Se Marzo è il mese dei Pesci intesi come costellazione astrologica ovvero uno dei tre segni d'acqua dello Zodiaco domicilio di Giove e di Nettuno, durante questo periodo dell'anno, quale pesce fresco possiamo gustare nella nostra cucina? 

I mari italiani ci offrono una saporita produzione stagionale con Acciughe, naselli, sogliole e triglie, pesci che presentano molte proprietà nutrizionali.

Un etto di acciughe contiene l'81% di proteine e il 19 % di grassi e fornisce 131 chilo calorie;

più leggero è il nasello che in 100 gr. di kcal ne fornisce 82 con 96% di proteine e 4% scarso di grassi.

Le sogliole, pesci delicati e decisamente più costosi dei precedenti, contengono in un ettogrammo 86,5% di proteine e il 13,5% di grassi, con un apporto di 70 Kcal al pari delle triglie.

I quattro tipi di pesce si prestano a diverse preparazioni, dalle più semplici a quelle più elaborate. Eccone qualcuna:

 

Triglie al cartoccio

per 4 persone

 

Ingredienti: otto triglie medie, aglio, prezzemolo, limone, olio, sale, pepe, carta d'alluminio

 

Procedimento: eviscerare e squamare le triglie, lavarle e lasciarle sgocciolare. Dopo averle asciugate sistemare ogni pesce su un piccolo foglio di alluminio che possa contenerlo interamente. Sopra ogni triglia disporre delle lamelle di aglio, un rametto di prezzemolo, un fettina di limone, sale, pepe e un po' di olio. Chiudere i cartocci, sigillandoli. Mettere in una teglia e cuocere al forno per 35 minuti a 180°. 

 

 

Sogliole alla mugnaia

per 4 persone

 

Ingredienti: 1/2 kg di sogliole, 80 gr di burro, sale, pepe, alcune olive nere, uno spicchio d'aglio, alcune foglie di salvia, 2 o 3 fettine di limone, carta d'alluminio.

 

Procedimento: Schiumare il burro in una padella capiente, cuocervi le sogliole per cinque  minuti girandole con delicatezza.

Trasferirle in una teglia insieme al fondo di cottura, salare, pepare e cospargere di salvia tritata. Unire lo spicchio d'aglio tagliato a fettine, il limone e le olive nere. Coprire la teglia con un foglio d'alluminio e cuocere in forno per 20 minuti a 180°.

 

 (Nella foto 'natura morta' di Antonio De Luca)

 

 

 

Commenta il post

Archivi

Sul blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.