Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione. Buona lettura. Agnese Benedetti

07 Jul

Uto Ughi e i Filarmonici di Roma domenica 8 luglio a Castelluccio di Norcia

Pubblicato da berenice  - Tags:  #Musica

ughi-concerto.jpg
 
Lo scorso anno furono le "Quattro stagioni" di Antonio Vivaldi a incantare la variegata e attenta moltitudine salita sul Pian Grande di Castelluccio di Norcia per ascoltare i virtuosismi del grande violista Uto Ughi accompagnato dai Filarmonici di Roma.
Fu un connubio straordinario tra musica, bravura e paesaggio. Un'esperienza come poche per chi ama la musica.
Le note degli archi e dei preziosi violini del Maestro spaziarono sulla vastità dell'altipiano pieno di fiori, si srotolarono trascinate dalle lievi correnti d'aria su per i canaloni del Monte Vettore, soddisfatte di aver trovato il più magnifico complemento. Centinaia di persone ascoltarono, sedute su piccole poltroncine di stoffa o accovacciate sul prato, la perfezione, la forza e l'armonia delle composizioni, restando rapite dall'alternarsi di spiegazioni e letture di sonetti che il Maestro Ughi andava accompagnando alle esecuzioni.
 
ughi.jpg
 
 
Domani pomeriggio, 8 luglio 2012 alle ore 16,30,  si celebrerà il gran ritorno.
I Filarmonici di Roma ed Uto Ughi saranno ancora protagonisti sullla piana di Castelluccio di un concerto organizzato dal Festival "Assisi nel Mondo 2012", con il Patrocinio del Presidente della Repubblica e  integralmente ripreso in diretta da Raiuno.
Verranno eseguiti brani di Brahms, Viotti, Paganini, Massenet, de Falla, Beethoven e di de Sarasate.
Costo del biglietto per un posto non numerato € 10,00, la prevendita su Ticket Italia.
 
 
Commenta il post
A

Se già non lo conoscevo prima, la sua presenza in televisione nella trasmissione di Fazio mi ha reso Ughi una figura ancora più notevole di artista, ma anche di uomo.
Rispondi
B


Un uomo straordinario, molto temprato, amante della perfezione, che ha studiato tanto e che quando fa vibrare le corde sfiorate dall'archetto ti fa riconoscere immediatemente la
statura di grandissimo musicista. Ascoltandolo è impossibile non emozionarsi, sa penetrarti con la forza della musica scegliendo ogni volta e per ogni brano un violino diverso, quello più
adatto alla partitura, al linguaggio della composizione. In più sa anche essere disponibile: nella foto dell'articolo, dopo lo spettacolo, sta dando dei consigli a una giovane studentessa



Archivi

Sul blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione. Buona lettura. Agnese Benedetti