Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.

07 Jul

Uto Ughi e i Filarmonici di Roma domenica 8 luglio a Castelluccio di Norcia

Pubblicato da berenice  - Tags:  #Musica

ughi-concerto.jpg
 
Lo scorso anno furono le "Quattro stagioni" di Antonio Vivaldi a incantare la variegata e attenta moltitudine salita sul Pian Grande di Castelluccio di Norcia per ascoltare i virtuosismi del grande violista Uto Ughi accompagnato dai Filarmonici di Roma.
Fu un connubio straordinario tra musica, bravura e paesaggio. Un'esperienza come poche per chi ama la musica.
Le note degli archi e dei preziosi violini del Maestro spaziarono sulla vastità dell'altipiano pieno di fiori, si srotolarono trascinate dalle lievi correnti d'aria su per i canaloni del Monte Vettore, soddisfatte di aver trovato il più magnifico complemento. Centinaia di persone ascoltarono, sedute su piccole poltroncine di stoffa o accovacciate sul prato, la perfezione, la forza e l'armonia delle composizioni, restando rapite dall'alternarsi di spiegazioni e letture di sonetti che il Maestro Ughi andava accompagnando alle esecuzioni.
 
ughi.jpg
 
 
Domani pomeriggio, 8 luglio 2012 alle ore 16,30,  si celebrerà il gran ritorno.
I Filarmonici di Roma ed Uto Ughi saranno ancora protagonisti sullla piana di Castelluccio di un concerto organizzato dal Festival "Assisi nel Mondo 2012", con il Patrocinio del Presidente della Repubblica e  integralmente ripreso in diretta da Raiuno.
Verranno eseguiti brani di Brahms, Viotti, Paganini, Massenet, de Falla, Beethoven e di de Sarasate.
Costo del biglietto per un posto non numerato € 10,00, la prevendita su Ticket Italia.
 
 
Commenta il post

Adriano Maini 07/08/2012 17:32


Se già non lo conoscevo prima, la sua presenza in televisione nella trasmissione di Fazio mi ha reso Ughi una figura ancora più notevole di artista, ma anche di uomo.

berenice 07/09/2012 08:49



Un uomo straordinario, molto temprato, amante della perfezione, che ha studiato tanto e che quando fa vibrare le corde sfiorate dall'archetto ti fa riconoscere immediatemente la
statura di grandissimo musicista. Ascoltandolo è impossibile non emozionarsi, sa penetrarti con la forza della musica scegliendo ogni volta e per ogni brano un violino diverso, quello più
adatto alla partitura, al linguaggio della composizione. In più sa anche essere disponibile: nella foto dell'articolo, dopo lo spettacolo, sta dando dei consigli a una giovane studentessa



Archivi

Sul blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.