Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.

26 Dec

Una storia di Natale per Classe mista

Pubblicato da berenice  - Tags:  #Cultura e spettacolo

 

libro-del-comando.jpg

 

Dopo l'applaudito debutto di venerdì 22 e sabato 23 dicembre ad Arrone (TR), nella chiesa della Madonna della Quercia, il gruppo teatrale 'Classe Mista' dà appuntamento a Cesi il 28 dicembre (ore 21) e a Ferentillo (ore 17) il 5 gennaio, per la replica dello spettacolo 'Il libro del Comando, una storia di Natale". 

La leggenda rappresentata è tratta dal libro 'La vacca che bevve la luna' di A.Benedetti, pubblicato nel 2004 dalle Edizioni Era Nuova di Perugia e coglie, tra mistero e magia, lo spirito del Natale attraverso le vicissitudini umane e fantastiche di un enigmatico personaggio protagonista dei racconti, che nelle serate invernali si ripetevano davanti ai focolari domestici, tramandati di bocca in bocca.

La regia dello spettacolo è di Roberto Biselli, direttore della compagia Teatro di Sacco di Perugia, che ha lavorato con una decina di attori non professionisti ottenendo splendidi risultati. 

'Classe mista' è nata nell'ambito dell'oratorio di Arrone, su stimolo del giovane parroco don Davide Travagli, egli stesso tra gli interpreti principali della rappresentazione. 

L'auspicio è quello di costituire e formare in Valnerina un gruppo affiatato di attori che sappiano far conoscere, attraverso l'arte della rappresentazione, lo smisurato patrimonio orale ancora conservato in zona.

Gli attori: Fabrizio Amadio, Michela Caserta, Marella Corniolo, Daniele Di Giuli, Stefano Di Nardo, Elena Ferri, Valentina Leonardi, Alessandro Mancini, don Davide Travagli e Mirella Zini.

 

 

 

 

 

 

Commenta il post

Mara 01/09/2013 23:24


deve essere molto bello

berenice 01/13/2013 09:42



Il racconto è molto suggestivo di per sè, ma gli attori e il regista hanno saputo veramente interpretarlo bene. C'è una scena dove il protagonista arriva a immedesimarsi tanto nella parte da
sembrare egli stesso il personaggio. Nei piccoli centri, come peraltro nei grandi, l'attività teatrale è un grande strumento di coesione e di espressività, capace di risvegliare attitudini e
talenti accantonati. 



Mara 12/27/2012 18:05


sarà di sicuro una bella opera...

berenice 12/28/2012 17:04



Il regista e gli attori hanno saputo creare un'atmosfera coinvolgente. Tra le interpretazioni spicca, poi, quella di don Davide, parroco veramente 'rivoluzionario'!



monica c. 12/27/2012 11:48


ciao carissima, tantissimi auguri di felice 2013!

berenice 12/28/2012 17:02



Grazie e un grande augurio per un nuovo anno ricco di buone occasioni, salute e gioia!



Archivi

Sul blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.