Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.

03 Feb

Pesci di febbraio, ricette e proprietà

Pubblicato da berenice.over-blog.it  - Tags:  #Gastronomia

11493937_7b91a80005.jpgNasello, sardina, sgombro, sogliola e spigola sono i pesci che si trovano nel mese di febbraio.

Gustosi, contenenti grassi polinsaturi, che sono utili per il sistema cardiocircolatorio, sono ricchi di fosforo, selenio, iodio e vitamine.

Sogliola, spigola (chiamata anche branzino, nonostante si tratti di due specie leggermente diverse tra loro) e nasello hanno un basso contenuto di grassi, inferiore al 2%, mentre la percentuale è un poco più alta nelle sardine e negli sgombri.

Il consiglio è di consumarli almeno due-tre volte la settimana, al posto della carne che oltretutto presenta una digeribilità inferiore.

 

Spigola al sale

 

Sistemare una o più spigole (500 gr), eviscerate e lavate, dentro una teglia su cui è stato sistemato un foglio di carta da forno precedentemente bagnato e strizzato e coperto di sale grosso. Ricoprire le spigole con il restante sale  (in totale utilizzare un kg e mezzo di sale). Far cuocere in forno a 220° per un 15 minuti.

Sfornare, rompere la crosta, condire le spigole con un filo d'olio e un pizzico di sale. Mangiarle quando sono ancora calde per gustare pienamente il sapore e la delicatezza della polpa.

 

Sogliola al vapore

 

Ottima per i bambini piccoli anche durante lo svezzamento o per un secondo leggero.

Sistemare le sogliole eviscerate, e volendo, spellate, in una vaporiera e cuocere per 15 minuti. In mancanza della vaporiera mettere dell'acqua in un tegame riempiendolo a metà; al di sopra sistemare un piatto termoresistente su cui sono state sistemate le sogliole, coprire con un altro piatto e attendere l'ebollizione. Abbassando la fiamma protrarre la cottura per altri dieci minuti, salare provvedendo a girare il pesce almeno una volta per cuocere in modo uniforme. Condire con olio extravergine di oliva a crudo, dopo aver tolto la lisca centrale e le spinette laterali che possono essere eliminate facilmente con un cucchiaio.

 

Altre notizie o ricette su Ostriche e pesci di gennaio e precedenti.  Mi raccomando seguiamo la stagionalità: a ogni mese il suo pesce!

 

Commenta il post

Archivi

Sul blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.