Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.

21 Jun

La panzanella umbra

Pubblicato da berenice  - Tags:  #Gastronomia, #Tradizioni

panzanella

 

 

 

Una cena veloce, rinfrescante e molto appetitosa? Prepariamo la panzanella!

La panzanella è un piatto che appartiene alla tradizione dell'Italia centrale.

Gustosa e fresca è particolarmente indicata per la stagione estiva. Può essere usata come antipasto o come merenda del pomeriggio, ma è anche un'ottima soluzione per il pranzo o la cena.

Alla base della gustosa preparazione c'è una miscela di acqua e aceto, che possiede riconosciute proprietà dissetanti se già gli antichi Romani la fornivano come bevanda (la Posca) ai soldati sfiancati dalle marce estenuanti.

 

La preparazione della panzanella varia da regione a regione, da luogo a luogo e...addirittura da famiglia in famiglia.

Quella che vi suggerisco è la versione umbra, che ho appreso sin da bambina.

 

Ingredienti:

Fette di pane non salato e raffermo

acqua e aceto di vino

pomodori maturi e cetrioli da tagliare a pezzettini

sale

olio extravergine di oliva

cipolline fresche

In aggiunta: basilico, tonno sott'olio o alici in salamoia.

 

Procedimento:

In un vassoio disporre le fette di pane, bagnarle abbondamente con acqua fino a che il pane sia completamente imbevuto.

Spruzzare le fette con l'aceto. In una scodella mescolare i pomodori e i cetrioli tagliati a pezzettini condendoli con olio, sale e basilico sminuzzato. Far macerare almeno un quarto d'ora il preparato per renderlo più succoso.

Disporre tutto sopra alle fette, coprendole accuratamente per l'intera lunghezza. Volendo si può aggiungere altro olio o sale a piacere.

Per ultimo, affettare delle rondelle di cipolla fresca che completeranno il gusto. Mettere il vassoio in frigorifero e aspettare almeno mezz'ora prima di servire per far sì che il condimento penetri il più possibile nel pane.

 PIC 0297

 

Le fette possono essere arricchite con dei fiocchetti di tonno sott'olio (ben scolato) per farne un piatto unico oppure, come facevano alcune mie anziane compaesane, con dei pezzetti di alici in salamoia, preventivamente dissalate e lavate.

Altri, al posto dei cetrioli usano delle fettine di sedano fresco o piccole strisce di insalata verde e aggiungono uova sode sbriciolate, invece del pesce. C'è anche chi si limita a bagnare il pane e a condirlo con aceto, olio, sale e cipolla (e questa è la versione più antica).

 

Alcune varianti non prevedono di lasciare intere le fette di pane ma di sbriciolarle unendole al condimento. Credo si tratti di una tradizione più toscana e laziale che umbra.

In ogni caso il sapore della panzanella è molto appetitoso, la preparazione semplice e la consistenza adatta alle giornate di caldo

Per le porzioni, ognuno si regoli a seconda dell'appetito. Due fette di pane lunghe costituiscono la "quota base" se si tratta di pranzo o cena.

 

(Le foto sono di ieri sera. Naturalmente cena a base di panzanella!!!) 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenta il post

Arcobaleno 01/25/2013 22:06


Questa ricetta Umbra, mi invoglia!.....anche se siamo d'inverno! Noi qua' in provincia di Arezzo, la facciamo in modo diverso, sbriciolando il pane bagnato in una ciotola, e poi mescolando gli
usuali ingredienti. Ciao Berenice, da AnnaRosa!

berenice 01/27/2013 13:23



Ciao Anna Rosa, sono stata ad Arezzo qualche mese fa con mia figlia. Una cittadina molto carina!



Letizia 07/20/2012 19:19


A parte il cetriolo che non mi piace  ( e neanche digerisco bene) mi sembra un piatto invitante!

berenice 07/20/2012 23:06



Il cetriolo è sola un' aggiunta, se ne può fare a meno. Grazie e saluti



Alessandro Moscetti 06/22/2012 09:36


Ecco, questa è una ricetta per mia moglie, che non adora le pappardelle con la selvaggina, ma è un'autentica cultrice della "panzanella"!

berenice 06/22/2012 16:54



Per l'estate ha ragione lei (chissà come la prepara?), quando è fresco vanno bene anche le pappardelle.


E che dire delle altre preparazioni con il pane? Bruschette, crostoni, pane e olio, pane e zucchero...



Archivi

Sul blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.