Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.

07 Jul

I formaggi dell'Italia unita

Pubblicato da berenice.over-blog.it  - Tags:  #Gastronomia

 PIC 0285meno peso

 

 

L'Italia è una grande poduttrice di formaggi, con più di 30 Denominazioni di Origine Protetta (DOP) riconosciute.

 

In ogni regione si trovano varietà diverse ottenute da vari tipi di latte e con varie modalità di produzione.

 

A seconda del latte impiegato si hanno formaggi vaccini, pecorini, caprini, bufalini o a latte misto.

In base al  contenuto di grassi (ricordiamo che i grassi sono importanti in un'alimentazione corretta) si hanno formaggi grassi, semigrassi  e magri, mentre il contenuto di acqua li classifica in prodotti a pasta dura, semidura e molle.

Un'altra distinzione prende in esame la lavorazione: pasta cruda, pasta semicotta, pasta cotta, pasta filata, pasta pressata, erborinati, a crosta fiorita, a crosta lavata.

I formaggi hanno poi un periodo di stagionatura variabile che li divide in freschi, a maturazione breve fino a un mese, a maturazione media, da uno a sei mesi e a maturazione lenta, oltre i sei mesi.

 

Eccellenti per la loro naturale carica batterica sono i formaggi ottenuti a latte crudo, la cui lavorazione è sempre più confinata in un ambito ristretto e che rischiano l' estinzione a causa di normative troppo rigide. Essi rappresentano la più profonda tradizione casearia italiana e garantiscono un gusto particolare.

 

Nella ricorrenza dei 150 anni dell'Unità d'Italia, Renzo Fantucci, uno dei massimi esperti di formaggi in Italia, titolare di un vero e proprio forziere di 'Caci' a Roma in via Cipro, propone un viaggio singolare lungo il nostro Stivale.

Per noi  ha abbinato uno spicchio di formaggio a ciascuna delle  venti Regioni italiane.

Geografie di assolutà bontà che rivelano gli odori, i saperi, la storia, i paesaggi di ciascun lembo della nazione.

Un tricolore da riassaggiare o da conoscere con sollecitudine, che porta  il sapore e la consistenza di:

 

Fontina per la Valle d'Aosta

Castelmagno per il Piemonte

Gorgonzola per la Lombardia

Montasio per il Friuli Venezia Giulia

Grana Trentino per il Trentino alto Adige

Asiago d'allevo per il Veneto

Parmigiano Reggiano per l'Emilia Romagna

Robiola della Val Bormida per la Liguria

Pecorino da serbo per la Toscana

Pecorino di fossa per le Marche

Pecorino di Norcia per l'Umbria

Pecorino romano per il Lazio

Pecorino di Farindola per l'Abruzzo

Caciocavallo di Agnone per il Molise

Campa...Vallo per la Campania

Cacioricotta per la Puglia

Canestrato di Moliterno affinato nel Fondaco per la Basilicata

Caciocavallo Silano per la Calabria

Piacentino di Enna per la Sicilia

Fiore Sardo per la Sardegna.

 

Ottimi anche in questi giorni d'estate.

Quali sono i vostri preferiti? Scrivetemi, vi aspetto. Berenice

 

 

 

 

Commenta il post

Archivi

Sul blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.