Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.

02 Sep

Avventure casalinghe: questione di lingua

Pubblicato da berenice.over-blog.it  - Tags:  #Racconti

casalinghe01.jpg

La gentile signorina mi risponde al servizio 12 della Compagnia Telefonica Nazionale.

- Per favore, il numero dell’Antoniano di Bologna – chiedo.

Ho due figlie canterine che mi hanno chiesto di partecipare al concorso per esibirsi allo Zecchino d’oro.

Decisa arriva la risposta:

- Antoniano non c’è. Tante signore me lo hanno già chiesto, ma non si trova sotto questa intestazione!

- Ma forse insieme a un’altra parola... – provo ad insistere.

- Io devo cercare ciò che mi chiede il cliente – ribatte lei professionale e seccata – Antoniano non c’è. Mi spiace, ma non so con quale nome è stato fatto il contratto per l’allaccio!

Sto per cedere e abbandonare l’impossibile richiesta, quando il visetto deluso di mia figlia Ludovica mi fa riemergere una vena caparbia. Ricordo che a volte basta insistere un pochino di più per ottenere le cose e per smuovere da una sorta d’inerzia certi addetti ai servizi pubblici. Così provo a dire la prima cosa che mi viene in mente, tanto per riallacciare il filo del discorso:

-  L’anno scorso, però il nome Antoniano sull’elenco telefonico c’era!

Poi, riconoscendo alla gentile signorina tutta l’autorità consentita al suo ruolo, continuo con un tono tra il supplichevole e la ricerca di complicità:

 - Mi aiuti, la prego.

Devo dire che, disponibile,comincia a chiedere ai colleghi intorno consigli su come trovare il numero.

- Come si cerca Antoniano? Sai come trovare l’Antoniano di Bologna?

A forza di sentir ripetere la parola, il dubbio comincia a sfiorarmi e, quasi quasi, sto per suggerirglielo io come deve porre al terminale l’ambito quesito. Ma un po’ mi vergogno e mi dico che non è possibile che la gentile signorina a forza di operare al telefono abbia dimenticato le semplici regole ortografiche della lingua italiana. Ma dai, che non è possibile.

Invece, illuminante arriva la correzione del vicino collega:

- Devi cercare Antoniano con la enne, non con la gn.

-  Aaah… Con la enne - indugia con gaia innocenza sul suono – la enne! Mi scusi, signora l’ho trovato!

Benedetta signorina. Ripensando alle tante mamme di cui parlava, che avranno rinunciato a cercare il numero, mi rendo conto che dall’alto del suo responsabile servizio computerizzato, ha scartato più ugole lei che la giuria dello Zecchino.

                                  (altre avventure nella categoria Racconti del blog)

http://berenice.over-blog.it/article-avventure-casalinghe-cronaca-di-una-dieta-85286788.html

http://berenice.over-blog.it/article-avventure-casalinghe-vita-da-verme-80844360.html

http://berenice.over-blog.it/article-studenti-esami-e-avventure-casalinghe-78209697.html

Commenta il post

Archivi

Sul blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.