Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione. Buona lettura. Agnese Benedetti

30 Nov

La controfigura di don Matteo, chi è e da dove viene

Pubblicato da berenice  - Tags:  #Cultura e spettacolo, #Curiosità umbre

Sta per tornare sugli schermi di Raiuno ( il 9 gennaio 2020) la seguitissima serie tv "Don Matteo", giunta alla dodicesima edizione. Una produzione di successo con tante scene girate a Spoleto, la città umbra che dopo Gubbio ha ospitato la fiction per più edizioni e un cast di tutto rilievo, di attori, registi, organizzatori. 

Terence Hill con Simone Montedoro, Flavio Insinna, Maria Chiara Giannetta e Nino Frassica (foto tvzap.kataweb.it)

Terence Hill con Simone Montedoro, Flavio Insinna, Maria Chiara Giannetta e Nino Frassica (foto tvzap.kataweb.it)

Vi siete mai chiesto chi è e da dove viene la controfigura di Terence Hill, il celebre protagonista del famoso prete-detective don Matteo?

In qualche scena, infatti, nonostante il fisico invidiabile di Terence, e durante le riprese più lunghe o nei girati esterni fatti in luoghi dove l'attore non riesce a recarsi per il sovrapporsi degli impegni, entra in scena un personaggio altrettanto bravo: il suo sostituto.

Nel caso di don Matteo, la controfigura è stata scelta tra i ciclisti. Come si poteva separare, infatti, la figura del sacerdote investigatore dalla bicicletta che tanto ha contribuito a far amare la serie televisiva? 

Una perfetta controfigura per don Matteo, la serie girata in Umbria a Spoleto

Una perfetta controfigura per don Matteo, la serie girata in Umbria a Spoleto

Dunque la controfigura di don Matteo è un ciclista, scelto tra gli appassionati della due ruote che sa ben "volare" lungo le stradette tortuose e ripide che appaiono nelle puntate della serie. Molto somigliante nell'aspetto fisico, lo è soprattutto nell'abilità di pedalare.

 

La controfigura di don Matteo è Nazzareno, un ciclista di Spoleto

Si chiama Nazzareno ed è un ciclista amatoriale di Spoleto, impegnato nell'associazione MTB club di Spoleto - La Spoleto-Norcia in Mountain bike, che ogni anno organizza una panoramica pedalata sulla ex Ferrovia Spoleto-Norcia con migliaia di partecipanti.

Nazzareno è persona discreta ed è divertito dal ruolo inconsueto. Per la verità dice che sono poche le scene che hanno bisogno di lui, perché Terence è altrettanto bravo sulla mitica due ruote. Tonaca e basco nero, giubbotto di pelle, se lo incontrate per Spoleto fate attenzione a non confonderlo. 

La controfigura di don Matteo viene usata per poche scene quando il sovrapporsi delle riprese non consente la disponibilità di Terence Hill su tutti i set

Nazzareno di Spoleto, qui con Montedoro, in qualche scena tira la volata a don Matteo
Nazzareno di Spoleto, qui con Montedoro, in qualche scena tira la volata a don Matteo
Nazzareno di Spoleto, qui con Montedoro, in qualche scena tira la volata a don Matteo

Nazzareno di Spoleto, qui con Montedoro, in qualche scena tira la volata a don Matteo

In tenuta sportiva lungo il tracciato della ex ferrovia Spoleto-Norcia, vicino al fiume Nera
In tenuta sportiva lungo il tracciato della ex ferrovia Spoleto-Norcia, vicino al fiume Nera

In tenuta sportiva lungo il tracciato della ex ferrovia Spoleto-Norcia, vicino al fiume Nera

Commenta il post

Archivi

Sul blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione. Buona lettura. Agnese Benedetti