Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione. Buona lettura. Agnese Benedetti

26 Jun

Umbria: i 21 Comuni soppressi

Pubblicato da berenice  - Tags:  #Curiosità umbre

Se oggi l'Umbria conta  92 Comuni, fino all'Unità d'Italia ne aveva 113.

Con una politica di accorpamento, tra il 1865 e il 1927 ventuno di essi scomparvero aggregandosi ad altri più grandi. I motivi principali che spinsero il riassetto furono il calo della popolazione e le difficoltà economiche. Talvolta le aggregazioni furono imposte, altre volte furono una libera scelta operata dai Consigli Comunali che non sempre ottennero il pieno favore dei cittadini, propensi al mantenimento dell'autonomia.

Nell'attuale Provincia di Perugia furono soppressi i Comuni di:

Sant'Eraclio, che fu aggregato al Comune di Foligno nel 1865,

Collemancio, che fu aggregato a Cannara nel 1869, 

Ceselli, che fu aggregato al Comune di Scheggino nel 1875,

Castel San Giovanni di Spoleto (già Castel San Giovanni) fu aggregato al Comune di Castel Ritaldi e San Giovanni (ora solo Castel Ritaldi) nel 1875,

Pascelupo, aggregato al Comune di Scheggia (oggi Scheggia e Pascelupo) nel 1878,

Montesanto Vigi (già Montesanto), che fu aggregato a Sellano nel 1879,

Castel San Felice, aggregato al Comune di Sant'Anatolia di Narco nel 1880,

Meggiano-Paterno (che dal 1880 al 1881 si chiamò Piedipaterno) aggregato al Comune di Vallo di Nera nel 1881

Castel San Giovanni di Spoleto nel 1875 fu aggregato al Comune di Castel Ritaldi e San Giovanni (PG)

Castel San Giovanni di Spoleto nel 1875 fu aggregato al Comune di Castel Ritaldi e San Giovanni (PG)

Nell'attuale Provincia di Terni (istituita nel 1927) furono soppressi i Comuni di:

Capitone che nel 1875 fu aggregato a Narni,

Carnaiola che  fu aggregato nel 1869 a Fabro,

Castel di Lago che nel 1875 passò nel Comune di Arrone,

Cesi che nel 1927 fu aggregato a Terni,

Collescipoli  che, ugualmente, nel 1927 fu unito a Terni,

Collestatte che fu aggregato a Terni nel 1927,

Montegiove che nel 1869 fu aggregato a Montegabbione,

Monterubiaglio che si unì a Castel Viscardo nel 1879,

Papigno che fu unito a Terni nel 1927 come Piediluco che seguì la stessa sorte,

Porchiano del Monte che fu aggregato ad Amelia nel 1876,

Portarìa che fu aggregato nel 1875 al Comune di Cesi, confluito in quello di Terni,

San Vito in Monte che fu aggregato nel 1929 al Comune di San Venanzo, 

Torre Orsina che fu aggregata nel 1927 al Comune di Terni

Il Comune di Piediluco fu cancellato nel 1927 e aggregato a Terni insieme ad altri Municipi che cessarono la loro indipendenza

Il Comune di Piediluco fu cancellato nel 1927 e aggregato a Terni insieme ad altri Municipi che cessarono la loro indipendenza

1875 - Decreto di soppressione del Comune di Ceselli e di unione a quello di Scheggino

1875 - Decreto di soppressione del Comune di Ceselli e di unione a quello di Scheggino

Commenta il post

Archivi

Sul blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione. Buona lettura. Agnese Benedetti