Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione. Buona lettura. Agnese Benedetti

11 Jan

Sisma 2016: la Santa di San Pellegrino di Norcia

Pubblicato da berenice

Sisma 2016: la Santa di San Pellegrino di Norcia

Quando dopo le scosse di terremoto del 2016 i Vigili del Fuoco hanno tirato fuori dalle macerie delle Chiese decine di opere d'arte, le popolazioni colpite hanno pianto di commozione come se fossero stati salvati esseri umani. Tanto è forte il legame tra le persone e gli oggetti sacri, veri punti di riferimento, testimoni delle vicende individuali e collettive.

Nella Chiesa di San Pellegrino di Norcia, all'indomani della prima scossa del 24 agosto 2016, tra gli altri oggetti fu recuperata la statua lignea di una Santa molto venerata dalla popolazione.

Quando è stata trasportata al Deposito di opere d'arte situato a Spoleto, dove giacciono tele pittoriche, arredi, Crocifissi, Madonne e tabernacoli in attesa di tornare, forse un giorno, al loro posto, è emerso un piccolo giallo.

Cosa raffigura la statua, chi è la giovane donna vestita di broccato rosso ramato d'oro, che avvolge un lembo del mantello sopra il fianco sinistro, ha lunghi capelli biondi e il capo coperto da un velo leggero? Una figura enigmatica.

Per la popolazione di San Pellegrino e per il compianto parroco don Eusebio Severini la statua raffigura Santa Giuliana, protettrice delle partorienti.  Secondo altri, però, si potrebbe trattare di una Madonna che nel ventre prominente accoglie già il Bambino divino.  Chi avrà ragione?

Il manufatto risale al XVI secolo, è di pregio artistico e di grande valore identitario.

Coperta dalla polvere del crollo, dopo il rinvenimento, la statua è stata riportata al suo originario splendore grazie all'iniziativa "Adotta un Museo" promossa da ICOM Italia.

Il Museo Bagatti Valsecchi di Milano ha finanziato il restauro riportando alla luce la bellezza dell'opera.

Visitabile presso il Museo Diocesano di Spoleto, dove attualmente è collocata.

 

 

 

Foto di Stefania Nardicchi. La statua nel salone dei Vescovi dell'arcidiocesi di Spoleto-Norcia, la presentazione, Luciano Severini di San Pellegrino e Bruno Bruni che ha effettuato il restauro
Foto di Stefania Nardicchi. La statua nel salone dei Vescovi dell'arcidiocesi di Spoleto-Norcia, la presentazione, Luciano Severini di San Pellegrino e Bruno Bruni che ha effettuato il restauro
Foto di Stefania Nardicchi. La statua nel salone dei Vescovi dell'arcidiocesi di Spoleto-Norcia, la presentazione, Luciano Severini di San Pellegrino e Bruno Bruni che ha effettuato il restauro
Foto di Stefania Nardicchi. La statua nel salone dei Vescovi dell'arcidiocesi di Spoleto-Norcia, la presentazione, Luciano Severini di San Pellegrino e Bruno Bruni che ha effettuato il restauro

Foto di Stefania Nardicchi. La statua nel salone dei Vescovi dell'arcidiocesi di Spoleto-Norcia, la presentazione, Luciano Severini di San Pellegrino e Bruno Bruni che ha effettuato il restauro

Commenta il post

Archivi

Sul blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione. Buona lettura. Agnese Benedetti