Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.

22 Feb

Luca Ronconi e il Festival dei due Mondi di Spoleto

Pubblicato da berenice  - Tags:  #Cultura e spettacolo

Luca Ronconi e il Festival dei due Mondi di Spoleto

Luca Ronconi, uno dei maggiori attori e registi del panorama teatrale italiano scomparso il 21 febbraio 2015, ha legato la sua arte al Festival dei due mondi di Spoleto.

Era il 4 luglio del 1969, quando nella ex chiesa di San Nicolò Luca Ronconi presentò e diresse al pubblico della dodicesima edizione del festival di Giancarlo Menotti, il grande spettacolo epico-cavalleresco 'Orlando Furioso' messo in scena con una riduzione di Edoardo Sanguineti.

L'opera riscosse un successo straordinario sui palcoscenici mondiali e decretò la fama del regista.

Nel 2008, dopo che la direzione artistica del Festival venne assunta da Giorgio Ferrara, Ronconi tornò a Spoleto per tenere una serie di 'Lezioni aperte su Ibsen'.

Nel 2009, ormai protagonista fisso del programma del Festival, Ronconi presenta 'Un altro gabbiano', studio sull'opera in quattro atti 'Il Gabbiano' di Anton Cechov. Nello stesso anno l'Associazione amici di Spoleto, gli conferisce la Lex Spoletina, un riconoscimento tributato alle personalità che si sono distinte nella promozione della città.

Nel luglio 2011, sempre a Spoleto, è la volta de 'La Modestia' di Spregelburd dedicata ai sette peccati capitali.

Il 2012 a Spoleto per Ronconi è l'anno di Pirandello e dello spettacolo ' In cerca d'autore. Studio su sei personaggi'.

Nel 2013 il regista propone 'Pornografia' tratto dal romanzo di Witold Gombrowicz, mentre nel 2014 dirige la 'Danza macabra' di August Strindberg al Teatro Caio Melisso.

Luca Ronconi riposerà a Civitella Benazzone in provincia di Perugia, vicino alla sua Scuola per attori Santacristina che aveva scelto di aprire nella verde e silenziosa Umbria, tra Gubbio e Perugia.

Commenta il post

Archivi

Sul blog

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione.